Esposizione e tossicità dei cani alla marijuana (Pot, Cannabis, THC)

tossicità della marijuana nei cani

Descrizione generale dell’esposizione e della tossicità dei cani alla marijuana

La recente legalizzazione della marijuana per i trattamenti medici umani ha aumentato l’interesse per le proprietà delle piantagioni di cannabis e ha portato ad un aumento sostanziale dell’esposizione e dell’utilizzo della marijuana nei diversi casi degli animali domestici. In effetti, secondo l’analisi dei operatori della linee verde per animali da compagnia Pet Poison Helpline, SUA, c’è stato registrato un aumento delle chiamate di circa il 45%  riguardando il avvelenamento dei animali a causa dell’esposizione alla marijuana o della tossicità.

La marijuana è una droga psicoattiva derivata dalla pianta di Cannabis esistente da centinaia di anni. Il termine Marijuana si riferisce al prodotto del tabacco ottenuto dalle foglie di Cannabis. Ci sono due specie comunemente discusse della pianta di Cannabis – Cannabis sativa e Cannabis indica. La cannabis è utilizzata per scopi sia ricreativi che medici.

Ci sono circa 483 composti conosciuti, contenuti nella pianta di Cannabis e oltre 80 cannabinoidi tra cui Tetraidrocannabinolo (THC) che è il più potente e psicogeno. La quantità e la concentrazione di ciascun cannabinoide varia a seconda della maturità di ogni pianta.

Il THC è presente nelle foglie e nelle cime fiorite della pianta di cannabis. Hashish, un altro prodotto che contene il THC, non è altro che la resina estratta dalla pianta. Il secondo cannabinoide più riconosciuto è il cannabidiolo indicato come “CBD”. La differenza tra THC e CBD è che il THC causa effetti psicotropi mentre si ritiene che il CBD abbia una tossicità limitata e non sia psicotropa.

La pianta di Cannabis è anche conosciuta come “canapa”, ma più comunemente si riferisce a ceppi con proprietà meno psicogene a causa dei livelli minimi di tetraidrocannabinolo (THC). Le persone usano il THC per alleviare la nausea associata alla chemioterapia, per aiutarsi con gli spasmi muscolari causati dalla sclerosi multipla, per trattare i disturbi convulsivi e per molto altro ancora.

In che modo la marijuana colpisce i cani?

I cani sono solitamente esposti alla marijuana attraverso l’ingestione degli sigarette, foglie secche o prodotti da forno contenenti marijuana. Ci sono anche segnalazioni di fumo di seconda mano che causano intossicazione. A volte, i padroni possono intenzionalmente dare la marijuana ai loro animali domestici per “vedere cosa succede”.

Con la legalizzazione, ci sono molte varietà di marijuana e molte forme permessi al uso. La cannabis può essere utilizzata nei vari alimenti tra cui caramelle, caramelle gommose, ventose, burro, prodotti da forno, nonché prodotti cucinate al fumo o vaporizzazione.

Quando viene inalato o ingerito, il THC entra nel corpo e si lega con i neurorecettori nel cervello tra cui norepinefrina, serotonina dopamina e / o acetilcolina. Questo legame altera la normale funzione dei neurotrasmettitori.

Segni di tossicità della marijuana nei cani

Gli effetti collaterali più comuni dell’intossicazione da marijuana nei cani sono: depressione, letargia, svogliatezza, perdita della coordinazione motoria o dell’equilibrio (inciampo), incontinenza delle urine, bassa frequenza cardiaca, bassa pressione sanguigna, depressione respiratoria, pupille dilatate e occhi velati, vocalizzazione come piangere o lamentarsi, agitazione, sbavando, vomito, convulsioni e coma. Alcuni cani possono sperimentare allucinazioni e hanno una maggiore stimolazione sensoriale a rumori o movimenti veloci.

Il cane stereotipato che si presenta in una clinica veterinaria per la possibile esposizione alla marijuana è apatico, svogliato, con gli occhi velati e può dribblare l’urina.

Un pericolo che può capitare con l’uso della marijuana è il vomito. Se il cane è profondamente letargico e inizia a vomitare, l’aspirazione del vomito nei polmoni può portare a gravi problemi respiratori e persino alla morte.

I segni seguienti al’esposizione possono iniziare rapidamente da 5 minuti a 12 ore dopo l’esposizione. I segni possono durare da mezz’ora a diversi giorni a seconda della quantità e del tipo ingerito.

Tossicità della marijuana nei cani: quanto tossico è la marijuana?

Il THC è facilmente immagazzinato nel tessuto adiposo del corpo, inclusi fegato, cervello e reni. Il fegato lo metabolizza e gran parte di esso viene escreto nelle feci e nelle urine.

La buona notizia è che l’esposizione o l’ingestione di marijuana sono raramente mortali e le complicazioni a lungo termine sono rare. La tossicità della marijuana è bassa. Occorrono circa 3 grammi di marijuana per kg di peso corporeo per essere fatali. Pertanto, la morte per ingestione di marijuana non è comune.

Ricordiamo che i più gravi problemi relativi all’esposizione o ingestione di marijuana nei cani sono stati causati da alte concentrazioni di THC.

Diagnosi di tossicità della marijuana nei cani

La diagnosi di ingestione di marijuana o l’esposizione nei cani si basa spesso sui risultati dell’esame fisico e sulla storia dell’esposizione. Ci sono test delle urine per determinare la presenza di THC.

Trattamento della tossicità della marijuana nei cani

Non esiste un antidoto per la marijuana. Ciò significa che il trattamento dell’esposizione alla marijuana di solito comporta il tentativo di eliminare qualsiasi altra esposizione o ingestione della marijuana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*